Ponzone “Luogo del Cuore” del FAI

Fai ponzone

IL TERRITORIO DEL COMUNE DI

PONZONE E’ UN “LUOGO DEL CUORE” DEL FAI-FONDO AMBIENTE ITALIANO

CENSIMENTO 2014-SEZIONE SPECIALE

“ EXPO 2015. NUTRIRE IL PIANETA

 

UNO SGUARDO AL FUTURO, PER NUTRIRE NON SOLO GLI ABITANTI, MA LA TERRA MADRE, CONSERVANDO EQUILIBRI FONDAMENTALI PER LA VITA DEL PIANETA STESSO.

PER VALORIZZARE LUOGHI, QUALI IL PONZONESE, FORMIDABILI INCUBATRICI NON SOLO DI BELLEZZE PAESAGGISTICHE E DI STORIA, MA ANCHE DI MICROCLIMI ED ECOSISTEMI SEMPRE PIU’ INDISPENSABILI; IN GRADO, INOLTRE, DI SODDISFARE, LA CRESCENTE “ RICHIESTA DI UN AMBIENTE CAPACE DI DARE SERENITA’” COME SOSTIENE CLAUDIA SORLINI PRESIDENTE DEL COMITATO SCIENTIFICO DI EXPO 2015

Il rio Miseria

L’Europa ha detto SIC (Sito interesse comunitario) a uno splendido gioiello ambientale situato nel Comune di Ponzone.

Lo chiamavano e continuano a chiamarlo, nel XXI secolo, il Rio Miseria, quel torrente che, divagando fra cascatelle  impetuose e  placide anse,  attraversa una grande forra, quasi una valle  scavata negli affioramenti di  aride serpentiniti, testimonianza di ere geologiche fra le più remote. Il nome glielo aveva appioppato , secoli addietro, la fantasia popolare perché su quelle pendici non è possibile coltivare alcunché, anche il bosco vi cresce stentato, mentre vi alligna una vegetazione arbustiva ed erbacea dalla varietà sorprendente. Oggi  gli escursionisti vi si recano, attratti dalla bellezza dei suoi scenari e dall’ integrità dell’ ambiente ; in passato, gli abitanti delle zone viciniori,  vi si spingevano talvolta per raccogliere poche ghiande, castagne ed erbe officinali o per condurre  qualche sparuta capra al pascolo.  Pesca nelle (tuttora) limpidissime acque e caccia furono invece prerogative dei nobili e del loro seguito fino al XIX secolo.  Battute a pernici, lepri , beccacce,  anatidi e cinghiali venivano organizzate al pari di battaglie, potevano durare giorni e si concludevano con feste e colossali banchetti .

In effetti flora e fauna sono, ancora ai giorni nostri, seppur per diversi motivi, di primaria importanza.

Sulle scoscese rocce della forra nidificano il biancone, la poiana e forse anche il gufo reale, mentre, in prossimità del torrente vivono il merlo acquaiolo e il gruccione  .

Fra i mammiferi l’area annovera  il cinghiale, la lepre italica, la puzzola , il tasso e la volpe.

La flora vanta una incredibile varietà di orchidee selvatiche e  presenta elementi di vegetazione mediterranea, tra i quali una rara quercia sempreverde ( Quercus crenata).

Sono presenti diverse specie di rettili nonché un rarissimo anfibio, cioè la rana ridibonda (Ranakurtmuelleri),  originaria dei Balcani.

Il rio Miseria è un affluente del fiume Erro e scorre prossimo al  confine fra le Regioni Piemonte e Liguria a pochissimi chilometri dall’Albergo Ristorante Malò.

Luoghi

La posizione geografica di Ponzone, vera e propria sentinella naturale lungo il percorso di un’importante ramo della via del Sale, gli attribuì, fin dall’anno 967, un valore strategico e commerciale che ne determinò non solo le vicende politiche, spesso turbolente, ma anche le tradizioni gastronomiche.

Chiese campestri, castelli e torri antiche che sembrano parlarsi ancora, fughe di colline verdissime verso l’infinito, aspre rocce alpine biancheggianti di neve, danno vita a uno straordinario museo a cielo aperto.